Crema di riso ai funghi cinesi
Tempi di preparazione: 55 minuti
Tempi di Cottura: 50 minuti
Difficoltà: 4 persone
Print Friendly, PDF & Email

Ingredienti

100 g di riso integrale a chicco tondo750g di brodo vegetale home made
70 g di funghi cinesi essicati (un mix di Shijtake* e Orecchio di Giuda**)
30 g di olio extravergine di oliva
30 g di prezzemolo
5 g di aglio

Preparazione

La sera prima mettere a bagno in acqua tiepida i funghi. Mettere il riso in una casseruola, aggiungere il brodo e portare dolcemente ad ebollizione. Cuocere per 45 minuti. Servendosi di un frullatore a colonna rendere cremoso il tutto. Se si vuole eliminare la fibra grossolana, passare il tutto a setaccio e/o passino (ad esempio per i bambini). Nel frattempo mettere in una padella l’olio evo, tagliare i funghi e versarli nella padella. Far soffriggere i funghi per 10-15 minuti a fuoco basso e con coperchio -se serve aggiungere un goccio del brodo di cottura. Versare quindi i funghi nella crema di riso, all’occorrenza insaporire e cuocere per altri 5 minuti nella padella di cottura dei funghi. A piacere prima di servire condire con prezzemolo tritato, parmigiano grattugiato e tamari.

————————————————————

*Lo shiitake (Lentinula edodes) è un fungo medicinale commestibile tanto noto in Oriente. E’ molto ricercato per i suoi effetti terapeutici, soprattutto sul sistema immunitario. Le proprietà dello shiitake non finiscono qui. Questo fungo “terapeutico” orientale:

  • è utile nell’abbassare il colesterolo e nel prevenire l’arterosclerosi;
  • esplica un’attività protettiva del fegato e promuove la formazione di anticorpi contro l’epatite B;
  • oltre a virus e batteri, combatte alcune infezioni fungine, come quelle provocate da Candida albicans;
  • ha effetto prebiotico, cioè promuove la formazione della flora batterica “buona” per l’intestino;
  • contrasta la carie, grazie all’azione germicida nei confronti di molte specie di streptococco che si annidano nella placca dentaria;
  • aiuta nelle situazioni di sovraffaticamento fisico e psichico.

**L’orecchio di Giuda è un fungo molto apprezzato e ricercato in alcuni paesi orientali (Cina, Filippine, Giappone), dove viene coltivato e commercializzato, in quanto ingrediente fondamentale della cucina asiatica. Tuttavia, l’auricularia  polytricha non è solo un fungo commestibile, ma possiede anche preziosi principi attivi da anni molto usati in Asia.

Le sue sostante biovitali, come potassio, calcio, ferro e zinco, lo rendono un fungo terapeutico estremamente interessante. Se però consumato troppo di frequente e in quantità eccessive può far insorgere la sindrome di Szechwan.

Seguimi

per ricevere ogni nuovo post nella tua posta elettronica.

Aggiungiti al gruppo

Hello Budy! plugin is activated, now you need to set option from Settings -> Sticky Header/Footer menu