ricetta piadina romagnola

Ingredienti

(per circa 20 piadine piccoline)
250 gr di farina 00
250 gr di farina 0
100 gr di strutto (o 1 cucchiai di olio evo come preferisco io)
1 e 1/2 cucchiai di olio evo
1 presa di sale
1/2 cucchiaino di zucchero (o di miele)
1 bustina di lievito chimico per salati (meglio quello che vende il fornaio)
latte o acqua q.b.
+per ogni piadina:
2 cucchiai di squacquerone (quello buono, freschissimo e comprato direttamente in azienda!^_^)
1 fetta di prosciutto crudo nostrano (il più magro possibile) 
4 foglie di rucola 

Procedimento

Preparate l’impasto mettendo le due farine mescolate precedentemente, a “fontana” su una spianatoia. Versate al centro il miele e il lievito. In un angolino lontano dal lievito mettee 1 presa di sale.
A parte scaldate un pò di latte, facendovi sciogliere lo strutto.
Versate quindi il latte (con strutto) nella fontana di farina assieme all’olio evo e cominciate a mescolare. Io senza il robot faccio tutto a mano ma voi potete procedere come per l’impasto del pane.
L’importante è che l’impasto alla fine risulti molto morbido (ma non appiccicoso), in modo che sia facile stenderlo. Se risulta troppo duro aggiungete latte o acqua poco per volta.
Lasciate riposare l’impasto per 5 minuti pentro un sacchetto di nylon per alimenti per chiuso.
A questo punto, stendete o delle palline di impasto in modo da formarle rotondeggianti, oppure stendete un’unica sfoglia dello spessore desiderato e tagliatele con un coppapasta per averle tutte uguali.
Quando stendete l’impasto ricordate che in cottura crescono di 2-3mm per cui tenetene conto!(di solito 1-2mm sono sufficienti).
Cuocete ora le vostre piadine. Il top sarebbe farlo in una teglia in ghisa oppure in terracotta, ma una padella capiente antiaderente va bene lo stesso, basta che seguiate bene i vari procedimenti.
Fate scaldare molto bene la piastra (padella) e poi abbassate la fiamma e posatevi sopra le piadine. Mentre isi cuoce sul lato aderente alla piastra, forate l’altro lato con uno stuzzicadenti in modo che non si formino bolle.
I tempi di cottura dipendono dallo spessore e dalla grandezza delle vostre piadine, l’importante è che vanno girate una sola volta, per cui controllate e se il lato adiacente alla piastra è dorato giratele dall’altro lato.
E fate dorare per meno di un minuto.

Quando saranno pronte fatele raffreddare in verticale (io le metto nello scola piatti :P) oppure su una griglia ma non sovrapposte.

Come anticipato, si possono condire in mille modi! Ma questi sarete voi a dirmeli!! ^_*
Io vi lascio la versione iper classica ovvero spalmate il formaggio, adagiate prosciutto e rucola, ricoprite con un’altra piadina e in forno (o padella con coperchio, o microonde) per circa 30 secondi perchè se no lo squacquerone si scioglie troppo.

Servite con un bel tovagliolino o vi sporcherete tutte le mani ^_^

Seguimi

per ricevere ogni nuovo post nella tua posta elettronica.

Aggiungiti al gruppo

HOME RICETTE CONTATTI
facebook flickr tumblr twitter google_plus email pinterest
iscriviti alla newsletter